Home News Varie News Serie A1-A2 Play Off Serie A2 UnipolSai: la Globo Banca Pop. Frusinate Sora conquista...

Play Off Serie A2 UnipolSai: la Globo Banca Pop. Frusinate Sora conquista la sua prima promozione in SuperLega

323
0
Condividi
Play Off Serie A2 UnipolSai
Finale Gara 5: la Globo Banca Popolare del Frusinate Sora conquista la sua prima storica promozione in SuperLega. Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia battuta 1-3
Risultato Gara 5 Finale Play Off Serie A2 UnipolSai
Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia – Globo Banca Pop. Frusinate Sora 1-3 (25-20, 23-25, 19-25, 28-30)
 
TONNO CALLIPO CALABRIA VIBO VALENTIA – GLOBO BANCA POPOLARE DEL FRUSINATE SORA 1-3 (25-20, 23-25, 19-25, 28-30) – TONNO CALLIPO CALABRIA VIBO VALENTIA: Pinelli, Korniienko, Marra (L), Casoli 8, Michalovic 29, Forni 7, Vedovotto 8, Maccarone 1, Sardanelli, Silva De Araujo 6, Presta 6. Non entrati Ferraro, Corrado. All. Mastrangelo. GLOBO BANCA POPOLARE DEL FRUSINATE SORA: Fabroni 1, Mariano 18, Festi, Santucci (L), Rosso 21, Hoogendoorn 16, Buzzelli, Giglioli 5, Marrazzo, Sperandio 10. Non entrati Lucarelli, Bacca, Mauti. All. Colucci. ARBITRI: Turtù, Luciani. NOTE – Spettatori 2800, incasso 11900, durata set: 27′, 32′, 27′, 38′; tot: 124′.
 
In un PalaValentia gremito in ogni ordine di posto (quasi tremila i presenti) è la Globo Banca Popolare del Frusinate Sora a conquistare la promozione in SuperLega UipolSai 2016-17.
Match che regala tutta la suspense e le attese promesse alla vigilia di questa intensa serie di Finale Play Off Promozione: dopo un avvio convincente dei padroni di casa che conquistano il primo parziale 25-20, è Sora a condurre il gioco nei due set successivi, dove riesce a chiudere 23-25 e 19-25. Il quarto e ultimo set vede la Globo Sora scappare e conquistare un break di 5 punti (5-10) fino alla rimonta ringhiosa della Tonno Callipo che, complici anche 2 ace riconosciuti dal video check che inverte due decisioni arbitrali, raggiunge la parità e quindi il sorpasso dei calabresi sul 12-11. La lotta continua in un valzer di punto a punto mozzafiato fino al 21 pari con le bocche di fuoco di una parte e dell’altra che non vogliono mollare la presa. È Hoogendoorn che regala la prima palla match per la Globo (23-24) poi annullata per un fallo fischiato dall’arbitro Turtù alla stessa Sora. Per i padroni di casa è Michalovic a rovesciare le sorti del set (insieme ad un magnifico Silva De Araujo) portando Vibo sul 25-24. Si continua poi ai vantaggi fino a quando il bomber Mattia Rosso, leader indiscusso del club sorano, mette giù il pallone del 28-30 staccando il pass per la massima serie.
Massimo Righi, Amministratore Delegato Lega Pallavolo Serie A insieme a Carmelo Sestito, Presidente Regionale Fipav Calabria, hanno celebrato la promozione della Globo Sora in SuperLega consegnando le medaglie a tutta la squadra ed il trofeo, nelle mani del capitano Fabroni.
 
Un risultato storico che arriva alla settima stagione di Serie A2 della Globo Banca Pop. del Frusinate Sora e che chiude il cerchio di un’annata giocata sempre ai massimi livelli tra le rincorse continue in Campionato con la Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia (dove i sorani hanno chiuso in testa il girone di andata a pari punti coi calabresi, classificandosi poi secondi alla conclusione della Regular Season a solo 1 punto dalla Tonno Callipo) e la disputa della Finalissima di Del Monte® Coppa Italia Serie A2 ad Assago, persa sempre contro i calabresi sul filo di lana al termine di un tie break da cardiopalma. Nei Play Off Promozione, dopo Quarti e Semifinali mai in discussione giocati contro Potenza Picena e Maury’s Italiana Assicurazioni Tuscania, non è stato facile per i ragazzi guidati dal secondo allenatore Maurizio Colucci (sulla panchina al posto di coach Soli, assente a partire da Gara 3 per gli impegni in Giappone con la Nazionale femminile) superare in Finale i rivali “eccellenti” di questa stagione della Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia partiti a mille con la conquista dei primi due match dopo i quali c’è stata la magnifica reazione di carattere della Globo Sora. Conquistata la pericolosissima gara 3 in trasferta, i laziali hanno poi pareggiato i conti al PalaPolsinelli, spingendo la resa dei conti fino a gara 5 in Calabria, dove Rosso e compagni hanno infine chiuso conquistando l’ambito passaggio nella massima serie.
L’ultima palla di  Mattia Rosso, l’arrivo di Sora in SuperLega, è il culmine di una storia nata nel 1975: tutto nasce da una piccola società fondata da un gruppo di amici che veleggia tranquilla nelle serie provinciali e arriva in Serie C. La svolta arriva col patron attuale, Gino Giannetti e la sua azienda Globo s.p.a., prima sponsor e poi vero e proprio volano manageriale ed economico della società. Una scalata pianificata che inizia con la promozione in B2 (poi una retrocessione e un acquisto del titolo) e in tre anni, dal 2005 al 2008, la salita alla B1. La società ci resta un anno solo, perché nel 2008/09 conquista la Serie A2 ai Play Off contro Gela. Acquista il suo primo straniero (il brasiliano Giacomini) e si piazza al 5° posto da esordiente, poi eliminata da Crema ai Quarti. Nel 2010-11 la Globo porta anche per la prima volta in prima squadra giovani promesse del territorio. Il grave infortunio all’opposto Darraidou relega Sora al 9° posto: conquista Semifinale di Coppa Italia e Quarti di Promozione Play Off. Il 2012 è l’anno della inaugurazione del nuovo PalaGlobo “Luca Polsinelli” in città, per Alberto Gatto è il settimo anno. Nella stagione 2012/13 si mette il turbo, con tanti arrivi dalla Serie A1: arriva il terzo posto, ma si frena in Semifinale di Coppa e Play Off. Si cerca di migliorare l’amalgama nel 2013/14, con la squadra affidata a Marco Fenoglio, che aveva allenato già praticamente tutti i giocatori in rosa. Non migliorano i risultati e la Società saluta il DS Alberico Vitullo. Nel 2014/15 ancora tanti punti ma nessuna grande vittoria, quindi il Club decide di confermare per la stagione attuale 2015/16, settima partecipazione al Campionato Nazionale di Serie A2, l’ossatura della squadra e di contare su punte di diamante diverse. A dare valore aggiunto sono chiamati l’opposto olandese Sjoerd Hoogendoorn e lo schiacciatore Mattia Rosso. Alla finale di Assago si sfiora il successo, ma la loro mano pesante si fa sentire nella stagione regolare nella Serie Play Off.
Chiamate Video Check
1° SET:
1-0 (muro Vibo Valentia)
Video Check richiesto da: Sora per verifica invasione a rete. Decisione arbitrale invertita, punto assegnato a Sora (1-1)
2-1 (battuta Michalovic) Video Check richiesto da: Vibo Valentia per verifica in/out. Decisione arbitrale invertita, punto assegnato a Vibo Valentia (3-1)
9-9 (muro Vibo Valentia)
Video Check richiesto da: Sora per verifica invasione a rete. Decisione arbitrale invertita, punto assegnato a Sora (9-10)
20-15 (attacco Hoogendoorn)
Video Check richiesto da: Sora a per verifica in/out. Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Vibo Valentia (21-15)
3° SET
4-2 (muro Sora)
Video Check richiesto da: Vibo Valentia per verifica invasione a rete. Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Sora (4-3)
14-19 (attacco Presta)
Video Check richiesto da: Vibo Valentia per verifica in/out. Decisione arbitrale invertita, punto assegnato a Vibo Valentia (15-19)
4° SET
6-10 (battuta Michalovic) Video Check richiesto da: Vibo Valentia per verifica in/out. Decisione arbitrale invertita, punto assegnato a Vibo Valentia (7-10)
11-11 (battuta Silva De Araujo)
Video Check richiesto da: Vibo Valentia per verifica in/out. Decisione arbitrale invertita, punto assegnato a Vibo Valentia (12-11)
25-24 (attacco Mariano) Video Check richiesto da Vibo Valentia per verifica invasione a rete. Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Sora (25-25)
Mattia Rosso (Globo Banca Popolare del Frusinate Sora): “Questa vittoria è speciale. E’ una gioia immensa. Questa società attendeva questo risultato da anni. Abbiamo vinto in un campo caldo contro una squadra forte che insieme a noi ha lottato al vertice di questo Campionato. Vincere davanti ai nostri tifosi arrivati a Vibo numerosi è davvero una cosa straordinaria”.

Fonte: Legavolley.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here