Home News Varie News Serie A1-A2 Serie A1, settima giornata

Serie A1, settima giornata

536
1

Ultima giornata di campionato prima di una sosta lunga un mese per lasciar spazio alla nazionale di Berruto. Gli azzurri sono in partenza per il Giappone per la Worl Cup, competizione tra le 12 nazionali meglio classificate nei rispettivi tornei continentali e che qualifica le prime 3 squadre alle Olimpiadi di Londra della prossima estate. Prima però ci sara l’All Star Game di Monza venerdì contro una selezione dei migliori stranieri del nostro campionato. La prima parte di campionato si chiude con Trento in testa, troppo facile il successo 3-0 su Ravenna letteralmente seppellita di aces,14 contro 1. Nonostante l’ormai solita partenza ad handicap Macerata supera Modena 3-1 conquistando i 3 punti che le consentono il sorpasso sui canarini. Molta era l’atesa per il ritorno da ex di Martino che dopo le polemiche dichiarazioni estive è stato accolto da bordate di fischi e dallo striscione “Ecco il campione modello con paletta, corda e secchiello”. Ci prova S.Giustino, ma non può evitare la quart sconfitta consecutiva. Dopo due set anonimi i cambi di De Giorgi sorprendono Cuneo, ma solo per un set e nel quarto sono i piemontesi a chiudere 1-3. A guardare la classifica salta all’occhio e stupisce il quinto posto di Vibo. Sull’onda dell’entusiasmo dei 3 punti contro Macerata i calabresi vanno a Padova con un super Diaz capace, assieme ai colpi di classe di Cernic, di piegare la resistenza degli avversari in soli 3 set. Derby laziale dai due volti per Roma. Per due set una squadra irriconoscibile, lontana parente di quella che veniva da 3 vittorie consecutive. Difficile dire dove finiscono i demeriti di Roma ed iniziano i meriti di Latina, ma all’imprevviso il gioco perduto viene recuperato e complice il buon ingresso di Maruotti, inizia la lenta rimonta. Finisce così 3-2 per Roma, con molta molta fatica. Boccata d’ossigeno per Piacenza che approfitta della serata molto negativa di Verona ed incamera 3 punti importantissivi. é ancora una volta l’MVP Nikolov l’uomo in più e il 3-0 finale non è mai in discussione. Brutto l’anticipo tra Monza e Belluno finito 0-3. Unica nota d’interesse la super prova di Fei che, fresco di convocazione azzurra, sfodera il meglio del suo repertorio. Non si ferma la seria A2 nonostante molte squadre perderanno alcuni giocatori. Dopo un turno infrasettimanale troviamo al primo posto solitario la solita Segrate. Vittoria di un certo peso quella contro Loreto che vince il primo set, ma poi non può nulla e deve arrendersi 3-1. Sale al secondo posto Castellana vincendo il derby barese contro Molfetta e superando gli avversari in classifica. Passaggio a vuoto nel solo secondo set, mentre negli altri è dominio castellanese con Milushev autore di una super prestazione. Importante salto in classifica per due squadre, Sora e Perugia, che finora hanno peccato molto in continuità. I ciociari, privi di capitan Scappaticcio, si impongono 3-1 a cavriago in un match più duro del previsto. I perugini fanno la voce grossa ed espugnano 3-0 un campo difficile come quello di S.Croce. Alti e bassi per l’Isernia, alti che riguardano esclusivamente il risultato. Il 3-2 su Cantù è positivo solo per i 2 punti che porta in classifica. Partita di basso livello, più simile ad un incontro di B1 che di A2 in cui pesano le assenze di Saitta da una parte e Sequeira dall’altra. Sfiora il ritorno alla vittoria il Club Italia che spreca i due set di vantaggio e si fa rimonate e superare da Milano. Ultimo posto per Atripalda a seguito della sconfitta casalinga con Genova 3-1, corre ai ripari la società con l’acquisto di due nuovi martelli. Chiude la giornata la bella vittoria 3-2 di Corigliano su Città di Castello, nulla possono i 23 punti di Giombini per contrastare la giornata positiva dei martelli Spescha e Galic.

1 COMMENTO

  1. Intanto Cantù m ha fatto la sola e m ha portato la brutta copia di Sequeira… :\ mo se ne riparla l anno prossimo ._.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.