IdivF: il Venafro batte Ururi 3-2 ma il bicchiere sembra mezzo vuoto

0
984

Nelle intenzioni si sperava in una vittoria piena, invece il Venafro Volley deve accontentarsi di battere 3-2 in casa l’Ururi nel campionato di prima divisione molisano. La prospettiva di dover vincere per forza nella palestra di Ururi (notoriamente una gabbia bassissima e stretta) non era ciò che ci auspicava per lanciare la corsa al titolo. Coach Panarello schiera la palleggiatrice Michela Baccaro in diagonale con Cristina Carpentino, al centro Noemi Esposito e Michela Morelli, in banda Francesca De Luca e Alessia De Luca e libero Giulia Giannini. Il primo set viene vinto agevolmente dal Venafro 25-20. Nel secondo set il tecnico venafrano cambia le carte in tavola: lascia in panchina Esposito, sposta al centro Alessia De Luca e inserisce in banda il neo acquisto (vecchia conoscenza della società) Annalisa Petrocelli. Da quel momento e per due set consecutivi si assiste a un incubo. Le schiacciatrici fanno fatica ad andare a punto, la regia è imprecisa, il libero non è nella giornata giusta. Inspiegabilmente coach Panarello non corre ai ripari pur avendo in panchina il braccio più caldo del campionato under 18, Monica testa e la ritrovata Mara Morelli. Si salvano solo capitano Michela Morelli, costretta però a gestire palle troppo basse, e Alessia De Luca. Ma non basta, i set sfuggono 20-25 e 23-25. I miracoli però avvolte avvengono. Dal quarto set la formazione ururese si spegne completamente, forse a causa della panchina troppo corta (una sola riserva, mai utilizzata) e dell’assenza del libero, che comporta un grande stress per le centrali. E così il Venafro affonda come una lama nel burro e in pochi minuti vince il quarto set 25-13 e il quinto set 15-9 e quindi la partita.Il tempo per piangersi addosso non c’è, domani si torna in palestra ad allenarsi e sabato prossimo, 18 gennaio 2014, alle 17.30 viene farci visita il Casacalenda.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui