Home 2011-2012 - News Campionati 2011-2012 - News 1 Divisione Maschile IdiVM: l’Ururi vince il campionato, il Venafro è secondo

IdiVM: l’Ururi vince il campionato, il Venafro è secondo

404
0

La matematica già aveva condannato al secondo posto il Venafro Volley prima dell’ultima partita di campionato. Un vero peccato perchè, come nelle migliori sceneggiature, neanche a farlo apposta il calendario prevedeva  l’ultima gara proprio tra la prima (Ururi) e la seconda in classifica (Venafro).
L’Ururi difende nel migliore dei modi la sua imbattibilità e vince 1-3 un match che in ogni caso aveva il sapore della finale. A causa di infiltrazioni piovane nella palestra dell’I.S.I.S.S. ci si è spostati nella palestra delle scuole medie. La sorte si è accanita contro i venafrani, già privati del loro ambiente, quando Masella ha subìto una distorsione alla caviglia quasi ad inizio gara. Anche se la posta in palio era minima, il match ha viaggiato sul filo dell’adrenalina costantemente. Le esplosioni di gioia di tutti i giocatori ad ogni singolo punto ne sono stata la miglior dimostrazione. L’Ururi è stato capace di tenere distanti gli avversari per l’intera partita, escluso nell’unico parziale perso, il terzo. Questa è stata la chiave di volta: il Venafro non dà il meglio di sè a rincorrere. E così i primi due parziali sono scappati di mano 19-25 e 22-25. Il terzo è stato vinto 25-13, ma il quarto si è chiso inesorabilmente 21-25. La dirigenza fa gli auguri per questa vittoria a coach Croce e ai suoi “ragazzi” (virgolettato d’obbligo, vista l’età media degli ururesi) e già comincia ad abbozzare i piani per la prossima stagione. Resta il gran rammarico per il mancato poker di vittorie (dopo i successi in U18M, U16F e 1DF), ma anche la medaglia d’argento ha un suo valore e va a collocarsi in una annata straordinaria per una società così giovane. Dai più grandi le speranze ora passano alle più giovani, le nostre piccole under 13, che a sorpresa sono prime in campionato. Loro sono il futuro e con loro si chiude anche simbolicamente la stagione. Non resta che fare il tifo e augurarci che il quarto oro venga dalle loro mani.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.